Difference between revisions of "Development/Tutorials/Using KXmlGuiWindow (it)"

Jump to: navigation, search
m (cursor auto-hiding)
 
(5 intermediate revisions by 3 users not shown)
Line 1: Line 1:
{{Template:I18n/Language Navigation Bar|Development/Tutorials/Using_KXmlGuiWindow}}
+
 
 
{{TutorialBrowser_(it)|
 
{{TutorialBrowser_(it)|
  
Line 8: Line 8:
 
pre=[[Development/Tutorials/First_program_(it)|Tutorial 1 - Ciao Mondo]]|
 
pre=[[Development/Tutorials/First_program_(it)|Tutorial 1 - Ciao Mondo]]|
  
next=[[Development/Tutorials/Using_KActions|Tutorial 3 - KActions and XMLGUI]]|  
+
next=[[Development/Tutorials/Using_KActions_(it)|Tutorial 3 - KActions and XMLGUI]]|  
  
 
reading={{class|KXmlGuiWindow}}
 
reading={{class|KXmlGuiWindow}}
Line 29: Line 29:
 
=== mainwindow.h ===
 
=== mainwindow.h ===
  
<code cppqt n>
+
<syntaxhighlight lang="cpp-qt" line>
 
#ifndef MAINWINDOW_H
 
#ifndef MAINWINDOW_H
 
#define MAINWINDOW_H
 
#define MAINWINDOW_H
Line 46: Line 46:
  
 
#endif
 
#endif
</code>
+
</syntaxhighlight>
  
 
Prima di tutto creiamo una sotto-classe di KXmlGuiWindow alla linea 7 con <tt>class MainWindow : public KXmlGuiWindow</tt>.
 
Prima di tutto creiamo una sotto-classe di KXmlGuiWindow alla linea 7 con <tt>class MainWindow : public KXmlGuiWindow</tt>.
Line 56: Line 56:
 
=== mainwindow.cpp ===
 
=== mainwindow.cpp ===
  
<code cppqt n>
+
<syntaxhighlight lang="cpp-qt" line>
 
#include "mainwindow.h"
 
#include "mainwindow.h"
  
Line 65: Line 65:
 
   setupGUI();
 
   setupGUI();
 
}
 
}
</code>
+
</syntaxhighlight>
  
 
Alla riga 1, ovviamente, dobbiamo includere gli headers contenenti la definizione delle classi.
 
Alla riga 1, ovviamente, dobbiamo includere gli headers contenenti la definizione delle classi.
Line 79: Line 79:
 
=== main.cpp ===
 
=== main.cpp ===
  
<code cppqt n>
+
<syntaxhighlight lang="cpp-qt" line>
 
#include <KApplication>
 
#include <KApplication>
 
#include <KAboutData>
 
#include <KAboutData>
Line 105: Line 105:
 
     return app.exec();
 
     return app.exec();
 
}
 
}
</code>
+
</syntaxhighlight>
  
 
Le sole righe nuove qui (comparate con il primo tutorial) sono 6, 21 e 22. Alla riga 21, creiamo il nostro oggetto MainWindow e alla 22 lo visualizziamo.
 
Le sole righe nuove qui (comparate con il primo tutorial) sono 6, 21 e 22. Alla riga 21, creiamo il nostro oggetto MainWindow e alla 22 lo visualizziamo.
Line 115: Line 115:
 
=== CMakeLists.txt ===
 
=== CMakeLists.txt ===
  
<code ini n>
+
<syntaxhighlight lang="ini" line>
 
project (tutorial2)
 
project (tutorial2)
  
Line 129: Line 129:
 
target_link_libraries(tutorial2 ${KDE4_KDEUI_LIBS})
 
target_link_libraries(tutorial2 ${KDE4_KDEUI_LIBS})
 
install(TARGETS tutorial2  ${INSTALL_TARGETS_DEFAULT_ARGS})
 
install(TARGETS tutorial2  ${INSTALL_TARGETS_DEFAULT_ARGS})
</code>
+
</syntaxhighlight>
  
 
=== Compilazione ===
 
=== Compilazione ===
Line 141: Line 141:
 
== Continua ==
 
== Continua ==
  
Ora puoi continuare verso [[Development/Tutorials/Using_KActions|usare KActions]].
+
Ora puoi continuare verso [[Development/Tutorials/Using_KActions_(it)|usare KActions]].
  
 
[[Category:C++]]
 
[[Category:C++]]

Latest revision as of 18:18, 15 July 2012

Come usare KXmlGuiWindow
Collezione di Tutorial   Tutorial per Principianti
Prerequisiti   Tutorial 1 - Ciao Mondo
A  Seguire   Tutorial 3 - KActions and XMLGUI
Ulteriori Letture   KXmlGuiWindow

Prefazione

Questo tutorial parte dal precedente Ciao Mondo ed introdurrà la classe KXmlGuiWindow.

Nel precedente tutorial il programma faceva apparire una finestra di dialogo, ma ora faremo dei passi verso un programma funzionale.

Kxmlguiwindow tutorial2.png

KXmlGuiWindow

KXmlGuiWindow offre una finestra completa con la barra dei menu, una degli strumenti, la barra di stato ed un'area principale al centro per un grande widget. Molte applicazioni KDE deriveranno da questa classe perché fornisce un modo semplice per la disposizione di questi elementi tramite un file XML (questa tecnologia è chiamata XMLGUI). Anche se non useremo XMLGUI in questo tutorial, la useremo nel prossimo.

Per poter avere un KXmlGuiWindow utile, dobbiamo ereditarlo. Creeremo due files, un mainwindow.cpp ed un mainwindow.h i quali conterranno il nostro codice.

mainwindow.h

 1 #ifndef MAINWINDOW_H
 2 #define MAINWINDOW_H
 3 
 4 #include <KXmlGuiWindow>
 5 #include <KTextEdit>
 6 
 7 class MainWindow : public KXmlGuiWindow
 8 {
 9   public:
10     MainWindow(QWidget *genitore = 0);
11 		
12   private:
13     KTextEdit* areaDiTesto;
14 };
15 
16 #endif

Prima di tutto creiamo una sotto-classe di KXmlGuiWindow alla linea 7 con class MainWindow : public KXmlGuiWindow.

Poi dichiariamo il costruttore con MainWindow(QWidget *genitore=0);.

E in fine definiamo un puntatore all'oggetto che sarà il corpo del nostro programma. KTextEdit è un generico editor di testo ricco con qualche finezza di KDE come il nascondere automaticamente il cursore.

mainwindow.cpp

1 #include "mainwindow.h"
2 
3 MainWindow::MainWindow(QWidget *genitore) : KXmlGuiWindow(genitore)
4 {
5   areaDiTesto = new KTextEdit();
6   setCentralWidget(areaDiTesto);
7   setupGUI();
8 }

Alla riga 1, ovviamente, dobbiamo includere gli headers contenenti la definizione delle classi.

Poi sulla riga 5, inizializziamo il nostro editor di testo con un oggetto. Quindi alla sesta riga usiamo la funzione setCentralWidget() interna a KXmlGuiWindow, la quale gli dice cosa dovrebbe apparire nella sezione centrale della finestra.

Infine viene chiamato KXmlGuiWindow::setupGUI(), il quale fa un sacco di cose dietro le quinte e crea la barra dei menu predefinita (Settings, Help).

Ritorno a main.cpp

Affinché di fatto la finestra funzioni, abbiamo bisogno di aggiungere poche linee in main.cpp:

main.cpp

 1 #include <KApplication>
 2 #include <KAboutData>
 3 #include <KCmdLineArgs>
 4 #include <QByteArray>
 5 
 6 #include "mainwindow.h"
 7 
 8 int main (int argc, char *argv[])
 9 {
10     KAboutData aboutData("tutorial2", 0,
11                          ki18n("Tutorial 2"), "1.0",
12                          ki18n("Una semplice area di testo."),
13                          KAboutData::License_GPL, ki18n("(c) 2007"),
14                          ki18n("Un po' di testo..."),
15                          QByteArray("http://tutorial.com/"),
16                          QByteArray("submit@bugs.kde.org"));
17 
18     KCmdLineArgs::init( argc, argv, &aboutData );
19     KApplication app;
20 
21     MainWindow* window = new MainWindow();
22     window->show();
23 
24     return app.exec();
25 }

Le sole righe nuove qui (comparate con il primo tutorial) sono 6, 21 e 22. Alla riga 21, creiamo il nostro oggetto MainWindow e alla 22 lo visualizziamo.

CMake

Il miglior modo di compilare il programma è usando CMake. Ciò che cambia dal primo tutorial consiste nell'aggiunta di mainwindow.cpp nella lista dei sorgenti e tutti i tutorial1 diventano tutorial2.

CMakeLists.txt

 1 project (tutorial2)
 2 
 3 find_package(KDE4 REQUIRED)
 4 include_directories(${KDE4_INCLUDES})
 5 
 6 set(tutorial2_SRCS 
 7   main.cpp
 8   mainwindow.cpp
 9 )
10 
11 kde4_add_executable(tutorial2 ${tutorial2_SRCS})
12 target_link_libraries(tutorial2 ${KDE4_KDEUI_LIBS})
13 install(TARGETS tutorial2  ${INSTALL_TARGETS_DEFAULT_ARGS})

Compilazione

Per la compilazione, il link e l'esecuzione, usa:

mkdir build && cd build
cmake ..
make
./tutorial2

Continua

Ora puoi continuare verso usare KActions.


This page was last modified on 15 July 2012, at 18:18. Content is available under Creative Commons License SA 4.0 unless otherwise noted.